Domenica, 23 Settembre 2018
itenfrdees

Sorradile

Sorradile

Sorradile StemmaAdagiato su una collina da cui si domina il Lago Omodeo Sorradile offre al visitatore un suggestivo panorama naturalistico, tra vegetazione rigogliosa e sorgenti d’acqua cristallina. Il territorio vasto oltre 25 chilometri quadrati è posto nel cuore del Barigadu, e lega geograficamente l’altopiano di Abbasanta con le propaggini della Barbagia. La campagna è dominata dal pascolo arborato, ecosistema ideale per l’allevamento ovino, principale voce economica dell’economia locale, che però non ha frenato il calo demografico dovuto alle poche nascite e alla costante emigrazione verso la penisola e all’estero. Il territorio è ricco di mandorleti, oliveti e vigneti e di fauna, con diverse specie di uccelli che hanno scelto l’habitat del lago Omodeo, in cui vivono anche trote e carpe. Due sono i corsi d’acqua, tra i più importanti della Sardegna, che attraversano le campagne: i fiumi Tirso e Taloro che si immettono nel bacino artificiale dell’Omodeo. Il centro storico si conserva secondo l’impianto originario, in cui spiccano le case realizzate in trachite rossa. La chiesa parrocchiale è intitolata a San Sebastiano, altre chiese da visitare sono San Michele e le campestri di San Nicola di Nurozo e Santa Maria de Turrana. Nella località di Sorrana sorge la grande necropoli di Prunittu che comprende 27 domus de janas, tra cui alcune sono situate in una parete rocciosa verticale con ingresso posto a una certa altezza. Numerosi i Nuraghi presenti nel territorio comunale: Candala, Iscòva, Perdu Mannu e Bentosu, Pajolu, Biugias, Pilicas e Aurù, Songhe ‘e su Pranu, Furru de sa Teula e Zuri, Funtana Mura e Urasala.

EPOPEA MONS. GIOVANNI SANNA

sanna sardegna1

BRIGANTE, L'ASINO DELLA MARCA

brigante 2017 12 09 g.sechi

ESCURSIONI 2017

trek scuola piricu

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo